Signor Buio

Testo di Chiara Dello Iacovo

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Signor Buio di Chiara Dello Iacovo .

Mmmmh
Con quegli occhi vidi il cimitero delle nuvole
e mentre all'orizzonte tutto tramontava

più in alto stelle, buio, ogni cosa avevano
già avvolto con le loro
silenziose mani
che tanto ci affascinano
quanto ci intimoriscono
lui
fragili menti
fragili umani.

Eh beeh, cosa ti aspetti dal buio?
Non ci sono mostri o demoni a tenerci compagnia
siamo soli e spaventati persi in questa utopia
in notti portatrici di sorrisi e cicatrici e
di specchi che ci svelano al mondo nel suo fremito
in quell'attimo di fervida follia
in quell'aria strana di un sabato sera
di gente che sogna
di gente che spera.

Risate soffuse, occhiate loquaci, sospiri che volan qua e là
ragazzi più grandi che fanno da spalla, ideali di tenera età
e proteggono i sogni e proibiti segreti di fragili menti sbandate
da un antico sapore di luci emozioni ammassate
che calcano la scena
di un'ultima notte
una notte d'estate.

Eh beeh, cosa ti aspetti dal buio?
Non ci sono mostri o demoni a tenerci compagnia
siamo soli e spaventati persi in questa utopia
in notti portatrici di sorrisi e cicatrici e
di specchi che ci svelano al mondo nel suo fremito
in quell'attimo di fervida follia
in quell'aria strana di un sabato sera
di gente che sogna di gente che spera.
In quell'aria strana di un sabato sera
di gente che sogna...
Di gente