Le Donne Di Modena

Testo di Francesco Baccini

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Le Donne Di Modena di Francesco Baccini .

Le donne di Modena hanno le ossa grandi le donne di Modena hanno larghi i fianchi le donne di Modena accettano un invito e non è il caso di essere il marito Le donne di Genova portano gonne strette le donne di Genova non ridono per niente le donne di Genova pensano sia normale mettersi a letto e leggere il giornale Ma tutte fanno da mangiare, sanno cucinare odiano stirare e san far l'amore Fanno da mangiare, sanno cucinare odiano stirare e san far l'amore Ed io che sono uno spirito maligno, mi muovo di notte con l'istinto di un bagnino Hey, fammi capire un po' se ci stai oppure no Le donne di Padova guardano dietro ai vetri le donne di Padova non hanno mai segreti le donne di Padova non è un luogo comune che sotto il vestito nascondono le piume Le donne di Napoli sono tutte delle mamme le donne di Napoli si gettano tra le fiamme le donne di Napoli, Dio, ma che bella invenzione riescono a ridere anche sotto l'alluvione E anch'esse fanno da mangiare, sanno cucinare odiano stirare e san far l'amore Fanno da mangiare, sanno cucinare odiano stirare e san far l'amore Ed io che sono uno spirito maligno mi muovo di notte con l'istinto di un vampiro Hey, fammi capire un po' se ci stai oppure no Le donne di Modena hanno le ossa grandi le donne di Genova ridono fra i denti le donne di Napoli, Dio, ma che bella invenzione le donne che ho avuto sono un'illusione. Infatti… Faccio da mangiare, non so cucinare odio ricamare ma so far l'amore Faccio da mangiare, odio ricamare faccio anche l'amore ma, ormai, è un particolare