Amici

Testo di Lucio Dalla

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Amici di Lucio Dalla .

Quando eravamo piccoli sempre fuori pochi spiccioli sporchi duri e un po' ridicoli eravamo noi amici gatti neri in mezzo ai vicoli baci rubati dietro agli angoli sempre insieme indivisibili eravamo noi amici Alle nove e mezza sotto la sua porta lei alla finestra esco un'altra volta dai domani è festa andiamo a camminare un po' su e giù al mare su e giù al mare Quando eravamo piccoli strani a volte incomprensibili quasi sempre innamorati tra di noi sognavamo ad occhi aperti e a cieli limpidi sogni estivi ed impossibili sopra a una panchina a Rimini tutti e tre amici Mano nella mano facciamo una scommessa chi sputa più lontano hai fatto una promessa lo sai che io ti amo vabbè chi se ne frega vuol bene a me decide lei domani decidiamo fai un'altra scommessa lo sai che io la amo mi gira un po' la testa però non ci perdiamo e giù a dormire tutti e tre amici tutti e tre amici Poi ci accorgevamo solo verso sera che era tardi perché quando era buio era già tardi noi a casa non torniamo mai Tutti e tre sul treno forse troppo stanchi per parlarci era troppo bello addormentarsi tutti e tre amici Mano nella mano guardo il cielo da lontano chissà cosa saremo tutti e tre domani domani ci vediamo sotto la tua porta ciao lo sai che io ti amo che palle un'altra volta però non ci perdiamo poi a casa tutti e tre amici tutti e tre amici Eravamo piccoli ma veramente grandi senza limiti davvero liberi come non lo siamo stati più ora che siam grandi vedi in fondo come siamo piccoli divisi in mezzo a tanti e tutti simili adesso chissà dove è lei adesso dove è lei adesso