Testimona Di Genova

Testo di Checco Zalone

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Testimona Di Genova di Checco Zalone .

Alle tre del pomeriggio mi bussasti a casa mia era il 24 maggio e mi domandai chi sia poi ti vidi sulla porta e feci un brivido brrrrr così come quando che hai finito la pipì Lunghi dite e fusolate labbre a quore i occhi blu gonna sotto le ginocchie eri un angelo o di più con quel fare molto timida dicesti "ei lo sa, che un bel giorno questo mondo finirà" la fine del mondo ci dissi io sei tu testimona di Genova dai splendidi occhi blu la fine del mondo stava tutta li con me e volevo cambiare il mio battezzo solamente p te.... proprio come cenerentola fuggisi scappando via e gettasti quell'upuscolo sul guscio di casa mia me l'ho letto ille volte sino a diventare pazzo anche se non cio cpito proprio niente ma che strano avrebbe stato tra di noi duelo sai perchè io da sempre un imputato testimone grazie a te ti ho cercata in mille luoghisenza di trovarti mai tra moschei e sinagoghi dimmi tu do cazz stai? la fine del mondo ci dissi io per me è pensare che dentro la mia vita non ci sei te... la fine del mondo stava tutta lì con me e volevo cambiare il mio battezzo solamente per te... bussi ancora... bussi ancora... citofonimi ti prego dai disturbimi quando vuoi bussi ancora... bussi ancora... illuminimi ti prego dai con discorsi tuoi... io ti darei ttto quanto sai tranne il sangue quello no... miscancello dall'AVIS SULAMENTE P TE...