Dicembre

Testo di Cosmo

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Dicembre di Cosmo .

Hai sempre odiato dicembre, il buio alle sette di sera, la sconfitta della primavera. Hai superato l'autunno, il vuoto davanti alla scuola, gli sfigati che fanno carriera, i falliti attaccati alla loro bandiera, qualcosa di importante. Non te ne frega niente no, non conta niente. E vorresti riempirti la bocca d'amore ma dài, ormai, manca poco a Natale, stasera fa un freddo cane e tu bruci dentro, il tuo telefono è spento. Ma ti ha cercato tuo padre, ti doveva parlare. Ti voleva vedere, ammirare. Te lo voleva dire. Tu, volevi solo godere. È questa la libertà nel fantastico Occidente, nelle sue favole. Ti specchi nella vetrina di un bar di un paesino di qualche migliaio di vecchi, ti sistemi i capelli, e intanto ti ha cercato tuo padre, ti doveva parlare. Ti voleva vedere, ammirare. Te lo voleva dire. Te lo voleva dire, che ti vuole bene. Non è riuscito a parlare, troppe occasioni sprecate. E ora il tempo è finito, tu hai deciso di andare. Non verrai mai a sapere che che ti ha cercato tuo padre, ti doveva parlare. Ti voleva vedere, ammirare. Te lo voleva dire.