l'Altro Mondo

Testo di Cosmo

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone l'Altro Mondo di Cosmo .

Sorrido a un tizio che sale mentre scendo le scale parlo con i miei fantasmi mentre volo via il sole scalda la faccia e sudo senza la giacca guardo foto di un bambino che somiglia a me sfreccio un treno e lo sento sento lo spostamento sento l'aria, chiudo gli occhi ed entro in galleria dall'altra parte del mondo c'è un villaggio che brucia c'è qualcuno che bestemmia sul cavalcavia c'è qualcuno che bestemmia sul cavalcavia c'è qualcuno che si spara, c'è la polizia Non ci penso e corro da te non ci penso e corro da te anche oggi corro non ci penso e corro Non ci penso e corro da te non ci penso e corro da te anche oggi corro perché non ci penso e corro Mi butto senza guardare attraversando la strada poi mi perdo nello sgurdo di una sconosciuta. Forse sembro uno scemo rido mentre cammino in testa una vacanza una festa una tempesta d'improvviso si fa buio Non ci penso e corro da te non ci penso e corro da te anche oggi corro non ci penso e corro Non ci penso e corro da te non ci penso e corro da te anche oggi corro non ci penso e corro Non ci penso e corro da te non ci penso e corro da te anche oggi corro perché non ci penso e corro I palazzi i passanti le commesse dietro a un vetro l'aria calda Carlo e Pietro le ambulanze l'altro mondo le paure che nascondo le ambulanze l'altro mondo le paure che nascondo