La mia lettera

Testo di Danilo Sacco

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone La mia lettera di Danilo Sacco .

Non mi avrai mai, nell'eternità......la vita che picchia più forte che può.....
La mia lettera.
Sono polvere i miei anni in fabbrica.....
due figli che sono, la mia realtà,
E la mia lettera.
Da domani sarà tutto da rifare,
gli anni sprecati poi a sanguinare,
fra la pietra ed il carbone,
fonderia o scrivania, tutti abili, tutti arruolati,
ma non ti ho mai detto che si può anche impazzire,
non è più un diritto se soltanto si sopravvive,
a quello che dirai, è toccato a te.....

Non mi avrai mai, nell'elenco dei tuoi, rassegnati, sconfitti eroi,
Con la mia lettera.
Come polvere i miei sogni di futuro, finiti in un secchio per le pulizie,
Con la mia lettera.
Da domani sarà sveglia alle cinque e quaranta,
per abitudine ed un po' per speranza,
ma non ti ho mai detto che, si può anche morire,
la lotta ad un diritto passa sempre per il dovere,
e sono qui a resistere.....
siamo figli di un Dio dei giorni lavorativi,
siamo diecimila Cristi in croce dei giorni feriali,
e quello che resta..... è una lettera a testa.....