Status Symbol

Testo di Don Joe

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Status Symbol di Don Joe .

Sono uno status symbol, giro per la strada senza l’oro finto
E fra, se questo è un gioco allora ho fatto bingo
Sono passato dalle buste ai millesimati, zio
sono passato dal Booster alla Maserati
A scuola non avevo il banco, un tempo non avevo scampo
Ora se voglio guardo il tempo su un banco
Scrivo dall’Executive, sono un parvenu, fra
uno zingaro che ha fatto i soldi come Goran Bregovic
Mi chiedi l’ABC? Fra li vedi sti CD?
Adesso prova a trasformarli in un Carrera GT
Vuoi la bella vita, vuoi la vita di chi?
Io sto in mare con le tigri e fra è la vita di Pi
Lo vedi, pure col rap patinato, ti ho spettinato
ti ho fatto crollare a picco, ti ho “Schettinato”
Qua non è democrazia, fra è il triumvirato
Io sto in volo da solo, zio un jet privato
Meglio un’eternità all’inferno che una vita nel limbo
mai stato buono, calmo e zitto dentro a un recinto
Sono uno status symbol
Sono uno status symbol
Si fanno affascinare dalle rime che spingo
vorrebbero le donne e le bottiglie che stringo
Sono uno status symbol
Sono uno status symbol
È claro che questo lingo, é uno status symbol
Non lo sai, mi sembri un rinco, giovane bimbo
Come per un tamarro, il beat, senti come ringhio
‘Sti gioielli nella street, guarda come brillo
Come la gafi più vip, sai che glielo spingo
Come sto Patek Philippe, zio tu ce l’hai finto
La cintura D&G, MC con cui ti cinghio
Come questa nuova Jeep, meglio essere single
Come avere il nuovo Mac, sei ancora con Windows
Come un featuring con Guè, sai che fra hai già vinto
Come avere l’iPhone nuovo, preso da un Sinti
E l’appartamento in duomo, ma senza blindo
Come una vacanza ai tropici, ‘sti rapper sono soffici.
Come una carta platino, alla status sotheby’s
Come un posto a bordo ring per Pacquiao – Mayweather
E se muori e sei a St. Moritz, è tutta neve
Meglio un’eternità all’inferno che una vita nel limbo
mai stato buono, calmo e zitto dentro a un recinto
Sono uno status symbol
Sono uno status symbol
Si fanno affascinare dalle rime che spingo,
vorrebbero le donne e le bottiglie che stringo
Sono uno status symbol
Sono uno status symbol