Non è più come prima

Testo di Max Gazzè

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Non è più come prima di Max Gazzè .

Cresce come un appetito il desiderio blindato della tua gentilezza che prorompe sotto i colpi inferti non curando le ferite aggiunte a nche oggi t'invado dopo un assedio di capogiri o smottamenti nella testa sconfino sul tuo terreno e ci resto come uno spaventapasseri il ritratto di me disteso mentre sparecchi la cena e un fotogramma ricorrente che ti stramazza sul divano sempre in quella sezione di giorno Non è più come prima Non è più come prima Non è più E tu fai ancora passi indietro stringi ancora le gambe al petto e sembri una conchiglia rotta dopo lo spavento dell'onda ti difendi come puoi dipende dai nostri umori se la casa ci inghiotte o ci starnuta fuori dalle stanze come colleghi di lavoro un amore si invecchia Non è più come prima Non è più come prima Non è più Non è più come prima Non è più come prima Non è più