Compagna Di Viaggio

Testo di Nino D'angelo

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Compagna Di Viaggio di Nino D'angelo .

'Nu biscotto dint''o latte 'a matina
dint''o bar ridenno cu mme,
'na bursetta p'a scola, quattro libri ed un diario ca parlava sultanto 'e te.
'Nu pullman e salivi anche tu, la fermata era piena di gente,
'a cchi? bella eri tu ca parlavi cu mme,
cu nisciuno sultanto cu mme.
T'astrignevo dint'e pensiere,
eri quella che sognavo,
la mia donna, il mio ideale,
e nun t'aggio visto cchi?.
Compagna di viaggio
d''e sette 'a matina,
nun tengo 'o curaggio 'e gh? cchi? 'a scola e turn?,
compagna di viaggio
mo chiagne 'o pullman
nun sape cchi? 'a strada d''a scola add? st?.
Arap''o quaderno e ce leggo 'na frase
un cuore disegnato da te,
e guardo dai vetri quel vecchio negozio
una bambola piange con me...
Una volta ti ho detto "ti prego
stamatina faccimme filone"
rispondesti di no
me guardasti pe' d?
"si n'amico sultanto pe mme".
Era l'ultimo giorno di scuola,
me chiamaste pe me salut?,
duje parole e n'addio
"io mi son diplomata
spero tanto succeda per te".