Scacco Matto

Testo di Povia

Qui di seguito puoi leggere il testo della canzone Scacco Matto di Povia .

C’è stato un tempo in cui non tenevo a freno la diffidenza mia nel genere umano è stato un tempo sì sporco ma pulito però quel tempo lì non è mai finito Ed ogni nuova storia che scoprivo mi ricordava sempre che ero vivo vivevo di entusiasmi e rivolte e di cazzate quelle ancora molte Ora mi muovo sopra il mondo come su una scacchiera come un pedone su una casella bianca e una nera come una torre che si arrocca sempre in laterale come un alfiere che ti fotte sempre in diagonale E questo grande amore che vivo mi sembra il grande amore, quello vero in cui io sono il re e lei regina su due cavalli che si muovono a elle insieme Ma non puoi sempre e solo andare avanti e non puoi comandarli i sentimenti perché il tuo mondo dentro è troppo vario restare soli a volte è necessario Lo scacco matto è sempre una conquista per ogni attacco c’è la mossa giusta per questo devo avere mille occhi perché la vita appunto è una partita a scacchi Mi metto in gioco e punto alla vittoria e se poi perdo allora cambio aria perché non posso sempre solo andare avanti perché non posso sempre comandare i sentimenti Per questo devo avere mille occhi perché la vita è una partita a scacchi ma non mi pento più di quel che ho fatto perché un pedone, sì anche un pedone può dare scacco matto E io voglio giocarmi un’altra partita voglio giocarla a scacchi con la vita.